BIKE MANAGER

Servizi web & consulenze su cicloturismo per le strutture ricettive


Scopri come diventare un Bike Hotel
Ospita cicloturisti nella tua struttura
Aumenta il tuo fatturato

COS’È UN BIKE HOTEL?

Un Bike Hotel è una struttura ricettiva (prevalentemente hotel, ma può essere anche B&B, Agriturismo, ecc) che propone pacchetti speciali e tour dedicati ai cicloturisti e/o biker che vogliono conoscere una certa zona, nella proposta turistica sono inclusi ovviamente dei servizi dedicati. Generalmente un Bike Hotel è posto in un’area di un territorio interessante o vicino ad una città d’arte ad esempio. Si pensi ai numerosi agriturismi e strutture dislocate nelle aree del Chianti Fiorentino o Senese. Avere a disposizione un’infrastruttura come piste ciclabili, strade a bassissimo traffico e viste sul paesaggio con effetto “WOW” sono sicuramente fattori fondamentali. Ma questo non basta…

COME SI DIVENTA BIKE HOTEL?

Per potersi definire “Bike Hotel” o strutture “Bike Friendly”  ed essere apprezzate e appetibili ai bikers (coloro che vanno in mountain bike) e ai cicloturisti occorrono determinate caratteristiche, oserei dire indispensabili, tra cui:

  • deposito sicuro per le bike (Bike Room)
    • per custodire le bici, sia degli Ospiti che della struttura, fondamentale garantire la possibilità di un lucchetto robusto, misure di sicurezza, ecc
    • possibilità di usufruire di servizi come l’officina appositamente allestita, per la manutenzione della bike, con attrezzi, compressore, ecc
    • armadietti e panche dove cambiarsi la tenuta da bike
    • eventuale “angolo ristoro”, con barrette energetiche, bevande e così via
  • possibilità di lavaggio bike (soprattutto se trattasi di Mountain Bike)
  • noleggio bike / e-bike
  • servizio lavanderia dedicato
  • guide esperte del Territorio
  • percorsi e itinerari d’interesse naturalistico / storico / artistico
  • e così via…

PERCHÉ
DIVENTARE BIKE HOTEL?

Diventare un Bike Hotel e ospitare cicloturisti ti consente di destagionalizzare e aumentere il tuo fatturato. Facciamo un esempio:

immaginiamo che la tua struttura ricettiva rispetti almeno le caratteristiche base sopra elencate, offra percorsi e itinerari nella sua zona, si inizi a promuovere on line e faccia rete con i diversi operatori del settore…

se opportunamente pubblicizzate sul web queste caratteristiche potrebbero iniziare ad attirare l’attenzione degli addetti ai lavori, di chi viaggia in bici per turismo

ovviamente non è così semplice, occorre:

  • instaurare rapporti con chi vende questi pacchetti turistici
  • avere dei percorsi interessanti o itinerari che richiamano i turisti
  • la location della struttura è fondamentale
  • contatti con chi organizza tour (agenzie specializzate, tour operator, operatori locali)

ma la cosa importante, se entri in questo settore, è che avrai più possibilità di aumentare la durata della stagione, di vendere più camere e di conseguenza aumentare il proprio fatturato.

Non dimentichiamo che i primi cicloturisti, soprattutto stranieri, iniziano a venire in Italia nel periodo di Pasqua e gli ultimi finiscono a metà ottobre circa. Una bella opportunità da cogliere al volo soprattutto nell’ottica che, statistiche alla mano, il cicloturista ha una spesa media superiore a quella di un turista normale, per ovvi motivi, quindi oltre al pacchetto turistico si possono proporre molti servizi accessori 😉

COSA DEVI SAPERE PER DIVENTARE UN BIKE HOTEL

Nel 2017 in Europa il cicloturismo ha generato – secondo le rilevazioni dell’ ENIT – dei numeri molto interessanti, che fanno riflettere.

In Italia il potenziale è stato stimato in 3,2 milioni € con:

  • 2,3 milioni di cicloturisti
  • 13 milioni di pernottamenti

Il nostro Paese attira il 64% dei cicloturisti di origine straniera e il 36 % di origine nazionale. Gli stranieri provengono principalmente da Germania, Austria (paesi cicloturisti per cultura), Francia, Regno Unito, Svizzera, Stati Uniti e Australia, ma non mancano tuttavia i cicloturisti provenienti dall’Europa del Nord (Paesi Bassi e Danimarca, idem come sopra).

Il comun denominatore per questo segmento di clientela è che la maggior parte ricerca standard qualitativi medio-alti in strutture ricettive da tre a più stelle, mentre meno del 15% pernottano in appartamenti, camper e campeggi.

4 MOTIVI PER COGLIERE QUESTA OPPORTUNITÀ

PERCHÉ IL CICLOTURISMO?

1.Una nicchia turistica in espansione

Una struttura ricettiva che soffre di periodi di criticità dovuti alla bassa stagione può incrementare l’occupazione delle camere, e quindi aumentare il suo fatturato (con la destagionalizzazione) rivolgendosi ad una nicchia di mercato sempre in espansione. Soprattutto per le strutture ricettive che si trovano al mare o lago dove hanno periodi meno lunghi di lavoro è una opportunità da prendere in considerazione.

2.Il clima mite ci aiuta

Date le caratteristiche morfologiche e climatiche del nostro paese i mesi più adatti per visitare luoghi in sella ad una bici sono quelli di “bassa stagione”, ovvero da fine marzo a metà giugno e settembre e metà ottobre.

Le temperature sono ideali per chi pratica sport all’aria aperta e le giornate trascorse in sella sono apprezzabili per le ore di sole, i colori della natura, e soprattutto ci si affatica meno.

3.Per gli stranieri

Perché nei periodi già citati il clima dei loro paesi è troppo rigido per cui amano muoversi in questi mesi per godersi il nostro clima mite, con un bel tour in bici ammirando le bellezze dell’Italia.
C’è quindi una esigenza da soddisfare e delle proposte attraenti da fare per attrarre questa nicchia di mercato nella propria struttura offrendo diversi servizi specializzati.

QUALCHE NUMERO?

Secondo le rilevazioni dell’ ENIT e uno studio europeo di qualche anno fa i numeri in Europa sono impressionanti e sono sempre in aumento. Qui l’articolo coi dati 

0Miliardi
Di indotto
0Milioni
Viaggi in bici
0Milioni
Pernottamenti

TI SEI CONVINTO CHE TUTTO QUESTO È UN’OPPORTUNITÀ?

Ora viene il bello, perché ovviamente per mettersi davvero in gioco…occorre saper giocare e a volte anche duro.

Non basta avere un bell’hotel, o un agriturismo in collina “con vista mozzafiato” in mezzo alla campagna toscana, no, non basta. Certo, è già un passetto in avanti, ma occorre comprendere bene che bisogna investire in due cose fondamentali: soldi e tempo.

Se non hai voglia di tirar fuori nemmeno 1 euro o formarti – quindi investire il tuo tempo – allora ti consiglio di lasciar perdere e continuare a lavorare con altri tipi di turisti, aprirsi la pagina facebook e postare ogni tanto due o tre foto fatte col cellulare. 🙂

Se invece sei disposto a metterti in discussione continua a leggere…

LA FORMAZIONE È ALLA BASE DI TUTTO

Quello che non è molto chiaro ai proprietari delle strutture ricettive e a coloro che ci lavorano è la Formazione. Solo tramite questo strumento si riesce ad emergere nel “mare magnum” della concorrenza, a differenziarsi e a creare quel vantaggio competitivo che permette di andare avanti offrendo sempre il massimo della qualità possibile, senza improvvisare.

Adesso mi vorrei presentare…

CHI SONO, COSA FACCIO E COME POSSO AIUTARTI

Simone Pagnini Bike Manager

Sono Simone Pagnini, vivo in Toscana. Mi occupo di web da circa 10 anni di Web e negli ultimi 5 anni ho dato più spazio al Web Marketing Turistico appassionandomi sempre di più a questo argomento.

Realizzo siti web e progetto strategie di web marketing e comunicazione.

Collaboro con alcune realtà che operano nel campo della Formazione Alberghiera (Lavorinalbergo.it e Scuola Italiana Turismo) e con un Tour Operator specializzato in cicloturismo (Eurobike) che vende tour anche in Toscana.

La mia passione per la mountain bike e il cicloturismo in generale mi ha portato a maturare varie esperienze in questo campo. Dopo aver conseguito il Diploma di Accompagnatore MTB riconosciuto dalla UISP, ho fondato nel 2009 l’associazione sportiva Toscanabike che propone escursioni, corsi e scuola mtb in Toscana. Negli anni mi sono occupato insieme agli altri colleghi di vari progetti di promozione del territorio:

  • la realizzazione di 12 itinerari cicloturistici per la Provincia di Pistoia (rilevazione itinerari, creazione roadbook e schede percorsi)
  • partecipazione ad eventi sportivi con protagonista la bici e la mountain bike (Florence Bike Festival, Mybike, ecc )
  • gestione e organizzazione della comunicazione on line / off line di Toscanabike
  • organizzazione di tour ed escursioni in mountain bike per varie strutture ricettive
  • organizzazione dei corsi e della scuola di mountain bike per i bambini

Ho quindi deciso di mettere a disposizione delle strutture ricettive le mie competenze la mia passione e le varie esperienze dando vita al progetto bikemanager.it

Aiutare le strutture ricettive ad attrarre i cicloturisti, italiani e soprattutto stranieri.

CONTATTAMI

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO